Avertir le modérateur

- Page 2

  • redazione rivolta a BUDAPEST 56---pedone ottoQUATTRO(84)

    6:58 20/05/2016

    (Laszlo Rajk, durante il processo ultrainfame DOVE, manipolato e condizionato

    e ricattato dai "russi" di Rakosi dovette "confessare" colpe e complotti e tentativi

    di colpo di stato inesistenti, recitando come un ROBOT una "partition" imparata

    a memoria sotto la tortura psicologica.
    (Quel che non si capisce e "non si vede" da questa foto consiste in quel che sta

    dietro, Laszlo Rajk era stato "poco prima" fra i tre o quattro dirigenti più

    importanti in Ungheria, durante il suo imprigionamento subi' un lavaggio del

    cervello in perfetta forma stalinista: gli promisero durante settimane che SE

    AVESSE CONFESSATO E COLLABORATO durante il processo, avrebbe avuto

    la vita salva, una grazia di Rakosi, subito dopo, con la moglie e il figlio appena

    nato lo avrebbero inviato a dirigere -ANONIMAMENTE- un collettivo agricolo

    in ROMANIA. Vita e famiglia salva. (I "poliziotti" russi ridacchiavano in fondo al

    tavolone dell'interrogatorio bevendo vodka, slivovitz e grappa friulana,

    raccontandosi delle storielle d'EREVAN. Anche l'interprete, era UBRIACO)
    Laszlo Rajk venne impiccato poche ore dopo il processo e LA CONDANNA ...
    GUARDATE BENE QUESTA VECCHIA FOTOGRAFIA, penetratela!
    (Guardate QUEST'uomo, ecce homo!, livido, dallo sguardo vuoto, recitando

    pazientemente la recita, pur nel grigiore della foto d'epoca, voi NON potete non

    COGLIERE "la détresse absolue" di questo essere annichilito, spettro di sè stesso,

    MA uomo senza pari: fra i rari fondatori del Partito COMUNISTA ungherese, già

    negli anni trenta, poi "resistente" di ferro contro l'invasione tedesca

    (TEDESCHI!TEDESCHI!TEDESCHI! e NON nazifascisti: TEDESCHI! erano

    tedeschi, allemands, KRUKS, gli invasori! Altro che ANGELA Merkel e le sue

    belinate PER UN MILIONE di "rifugiati" MUSULMANIA in TODESCHia, I

    TEDESCHI amano i concentrati: in certi anni, 1944?, in GERMANIA & CIE ci son

    stati fino a NOVE MILIONI di prigionieri, nei lagers e stalags, i KRUKS amano

    questo, i concentrati, per ARBEIT MACHT FREI, MA andate a CAGARE,

    BESTIE...). (...)
    ....
    Poi, due volte ministro nel governo "russo" del RAKOSI: a BUDApest c'era la più

    vasta sezione ovestEUROPEA del conglomerato KGB/SPEKTRE/TCHEKA/FSB
    di Staline & POLITBÜRO, intanto che i vaccosi ed acquosi deliri Titini

    smuovevano le acque stagnanti dell'impero russo, TITO, (che non amo men che

    scarsamente, minimante: VIVA L'ISTRIA LIBERA!, VIVA LA DALMAZIA

    LIBERA! "morte!" agli "yugos" ladroni!-), TITO, il "maresciallo" in candida

    uniforme..., poneva dei problemi a MOSCA. Non era che, per caso..., TITO

    volesse porsi versus STALINE IN QUANTO faro del

    LENINOSTALINOFASCISMO?!!!!
    "MA SCHERZIAMO?! MA NON ESISTE!!!" -come diceva TOTO'....
    ALLORA, i moscoviti, BERIA, Krusciof, Pavlov, Andropov, il poeta leninista di

    cui scordo il nome, tutti i gerarchi di Staline, decisero che era il momento delle

    PURGHE, nei paesi fratelli e satelliti: "un buon comunista è un comunista morto,

    se non finisce in Siberia".
    Laszlo Rajk cadde più che per caso dentro l'epurazione MUSULMANIA,

    bisognava far cifra (come presso i flics francesi), sbatti dentro le teste pensanti. La

    riforma dell'agricoltura -non collettivistica, senza espropriazioni eccessive, altre

    piccole cose- avevano posto il ministro e "fondatore" dell'Ungheria postfascista

    sotto una cattiva luce, presso i poliziotti "russi", e Rakosi stesso. Ho letto un

    lungo articolo storico sull'alba del suo arresto. Sorpresa totale. Umiliazioni. ETC.

    LA STORIA DEL LENINOSTALINOFASCISMO è LA STORIA STESSA

    DELL'INFAMIA.
    (Ho una foto, durante la rivolta ungherese del '56: si vede la moglie di Laszlo

    Rajk, di schiena, col figlioletto, in un corteo: i resti del suo uomo sono stati

    recuperati dalla fossa immonda dove li avevano gettati i Rakosi"russi", si tratta

    di "un funerale" postumo, gli insorti rendono omaggio ad un uomo di valore. Ad

    un COMUNISTA vero e sincero. (Altro che Staline, Marchais, Lenine, Berlinguer,

    o/e Andreotti e l'anarco-socialista BENITO mussolini....) ...Ma già i tremila tanks

    russo-tedeschi sono sui bordi di BUDApest. Nella foto non li si vede...)
    UN UOMO, vi dico.
    14:59 19/05/2016

    Lire la suite

  • bientôt L'AUBE......

    Ô bella CIAO, ô bella CIAO, CIAO, CIAO...un bel mattino mi son svegliato E...
    Sys.WebForms.PageRequestManagerServerErrorException: An unknown error occurred while processing the request on the server. The status code returned from the server was: 0


    00:27 19/05/2016
    Il n'y aura jamais plus de ma vie quelque chose publiée
    de ma part dans les blogs. Vous direz: "Je m'en fous."

    PAS PLUS QUE MOI...
    (Si c'est pour donner dans l'ironie, C'EST MOI!)
    Si vous remarquez ma presence -à l'heure qui l'est ou à
    posteriori, après- ici et maintenant- c'est TOUT
    SIMPLEMENT parce-que (y pour-quoi...) j'y pisse ma
    copie, je REDIGE, je PREPARE MES CHOSES, je
    peaufine, je masturbe, je corrige, je VERIFIE. Avec cette
    horreur de transmission des IMAGES (dessins). LE
    TOUT ETANT PUBLIE' AILLEURS.
    MOMENT DUR DUR.  (MAIS je prends mon temps,
    cherchant à ne pas me prendre la tête, SI MON DIEU LE
    VEU(L)T)
    En GRAND SEIGNEUR que je suis (SI'!SI'!
    MUSULMANIA SOYT QUI MAL Y PENSE!), j'aviserai "le
    peuple" des blogs, lors de mes publications, en quelques
    lignes bien courtes, ici même, si l'envie m'attrape, SI
    NON, NON.
    Vous direz: "Je m'en fous." PAS PLUS QUE MOI...

  • minestrone all'ungherese (83)redazionale

    OMAGGIO al generale PAL MALETER, UOMO, capo degli insorti, FUCILATO dagli infami.

    Lire la suite

Toute l'info avec 20minutes.fr, l'actualité en temps réel Toute l'info avec 20minutes.fr : l'actualité en temps réel | tout le sport : analyses, résultats et matchs en direct
high-tech | arts & stars : toute l'actu people | l'actu en images | La une des lecteurs : votre blog fait l'actu